Tag: Scultura

Il Baldacchino di San Pietro

Gian Lorenzo Bernini aveva solo 25 anni quando dal Papa Urbano VIII Barberini ebbe l’incarico di realizzare il Baldacchino nella Basilica di San Pietro. Era questa la prima grande commissione pubblica per il giovane artista che aveva già dimostrato la sua bravura come scultore. In San Pietro, però, si interfacciava con qualcosa di nuovo; gli…

Share

Canova, neoclassicismo e vigore con Ercole e Lica

Il gruppo scultoreo di Ercole e Lica fu commissionato dal principe Onorati Gaetano d’Aragona allo scultore Antonio Canova nel 1795. Successivamente, nel 1800, l’opera fu acquistata dal banchiere Giovanni R. Torlonia che volle collocarla nel Palazzo di famiglia in Piazza Venezia. All’inizio del XX secolo il Palazzo Torlonia fu demolito e l’opera canoviana, dopo una…

Share

Lo Spinario

La ricchissima collezione dei Musei Capitolini ospita, in una delle Sale del Palazzo dei Conservatori, la piccola scultura bronzea de Lo Spinario, giunta in Campidoglio nel 1471 con la cospicua donazione di Sisto IV. Lo Spinario è la personificazione di un fanciullo o pastorello che si estrae una spina dal piede. Un’opera straordinaria che invita…

Share

Ara Pacis Augustae

Nel suo testamento “Res Gestae” Augusto ci tramanda il perché della costruzione dell’Ara Pacis. Fu inaugurata con una solenne cerimonia il 30 Gennaio del 9 a.C. seguendo le volontà del Senato e dell’imperatore stesso che la inserì nel suo progetto di propaganda e monumentalizzazione della città. Quando tornai a Roma dalla Gallia e dalla Spagna……

Share

Augusto di Prima Porta

La statua in marmo bianco fu rinvenuta nella villa di Livia Drusilia, moglie di Augusto, a Prima Porta (lungo la via Flaminia) nel 1863. E’ nota anche come l’Augusto loricato (dalla lorica ovvero la corazza in pelle utilizzata dai legionari). L’Imperatore Ottaviano Augusto è ritratto in piedi, nel momento che precede l’adlocutio (solenne discorso ai…

Share

Galata Morente

L’antica città di Pergamo ebbe una potente fioritura in età ellenistica. A seguito della prima vittoria sui celti, ad opera di Atalo I, furono realizzati gruppi scultorei aventi come soggetto i Galati (popoli celtici). Perduti gli originali bronzei di Epigono sono giunte sino a noi le splendide copie romane, forse realizzate nella stessa Pergamo. I…

Share

La dolce vita romana: Fontana di Trevi!

Addossata alla fronte di Palazzo Poli (Sede dell’Istituto Nazionale della Grafica), Fontana di Trevi è tra i simboli che meglio identificano la Dolce Vita Romana e la Roma c.d. Barocca.Set di famosissimi film, dalla Dolce Vita di Federico Fellini a Totò Truffa 62 di Camillo Mastrocinque, a Tre Soldi nella Fontana di Jean Negulesco. La…

Share

Michelangelo e la Pietà di Palestrina

Michelangelo Buonarotti, semplicemente noto come Michelangelo, nella sua lunghissima carriera (l’artista aretino morì ad 89 anni) per ben quattro volte si confrontò con il tema scultoreo della Pietà. La Pietà più famosa, prima in ordine cronologico (1499), e l’unica ad essere materialmente definita è la Pietà Vaticana; seguirono la c.d. Pietà di Firenze, la Pietà…

Share

Colui che si deterge: l’Apoxyomenos

Tra le primissime opere che si incontrano nel percorso del Museo Pio Clementino (sezione dei Musei Vaticani) c’è la scultura dell’Apoxyomenos, rinvenuta nel 1849 durante lo scavo di un edificio di età imperiale, nella zona di Trastevere (Roma, Vicolo dell’Atleta). Il termine Apoxyomenos deriva dal verbo greco “detergere” e fa riferimento ad una pratica in…

Share

Il parco delle meraviglie: Parc Guell a Barcellona

Una visita a Barcellona, sulle orme del genio di Antoni Gaudì, non può prescindere dal meraviglioso complesso del Parc Guell, tra le maggiori attrazioni della città, che si estende lungo le colline di El Carmel nel quartiere di Gràcia. Dal 1984 dichiarato Patrimonio Mondiale Unesco, il Parco, fu ideato da Gaudì su commissione di Eusebi…

Share