Tag: Roma

Antonio Canova & Paolina Borghese

Paolina Borghese, sorella di Napoleone, è il soggetto di un’iconica scultura realizzata da Antonio Canova nel 1804, su commissione del Principe Camillo Borghese, ed esposta alla galleria omonima di Roma. Canova, massimo esponente del neoclassicismo, rappresentò la giovane donna, idealisticamente nuda, con le sembianze di Venere Vincitrice, su una dormeuse in legno dipinto che cela al…

Share

Sant’Ivo alla Sapienza & la Schola Romana Ensemble

Nell’ambito degli eventi per i trecentocinquanta anni dalla morte di Francesco Borromini, la chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza è stato lo scenario ideale per un un concerto di musica sacra romana del Seicento. Sant’Ivo alla Sapienza realizzata tra il 1642-1662 è uno dei capolavori di Borromini, portato a termine dopo non poche difficoltà. Fiore all’occhiello…

Share

Pasquinate Contemporanee

Omaggio alla città più bella e difficile del mondo.   Se cammini pe’ Roma in questi giorni, t’accorgi de le buche grosse come forni, Roma coi crateri che pare la Luna, che se volevo fa l’astronauta…avrei fatto ‘na fortuna! Se poi nevica o piove…te la raccomanno eccome!  S’è vestita de bianco giusto l’artro ieri, che…

Share

Palazzo Barberini: Pietro da Cortona ed il Trionfo della Divina Provvidenza

Durante il suo pontificato Maffeo Barberini, salito al soglio papale con il nome di Urbano VIII (1623-1644), investì tantissimi energie nel mecenatismo artistico. Per la decorazione del salone nobile del Palazzo di famiglia, terminato in quegli anni da Carlo Maderno con l’aiuto di Francesco Borromini, Urbano VIII chiamò uno tra i migliori pittori presenti sulla…

Share

Caravaggio e la Madonna dei Palafrenieri

Sul finire del 1605 la Confraternita dei Palafrenieri contattò Caravaggio e gli commissionò una tela da porre all’interno della loro cappella dedicata a Sant’ Anna, in San Pietro. Il dipinto fu pagato solo 70 scudi, cifra irrisoria rispetto alle altre commissioni del periodo romano. Perché Caravaggio accettò? Forse l’artista bergamasco attraversava un periodo non florido…

Share

Marmo come carne: Bernini, Apollo e Dafne

Considerato uno dei vertici dell’arte di ogni tempo, il gruppo scultoreo dell’Apollo e Dafne fu realizzato da Gian Lorenzo Bernini per Scipione Borghese, tra gli anni 1621-1625. Il soggetto dell’opera proviene dalle Metamorfosi di Ovidio. Si narra del folle amore di Apollo per Dafne, causato da una freccia lanciatagli da Cupido. La bellissima ninfa rifiuta…

Share

Caravaggio: la Maddalena Penitente

Nei primi anni del suo soggiorno romano, collocato nel periodo dal  1590/92 al 1606, Caravaggio dipinse, per una committenza tutt’ora incerta, il dipinto della Maddalena penitente. (Parte della critica lo attribuisce al Cardinale F. Maria del Monte). In un ambiente completamente spoglio collocò seduta su di una seggiola, la figura di questa giovane donna. La…

Share

Le “prospettive” di Baldassarre Peruzzi

In questa Sala, al primo piano di Villa Farnesina, il 28 Agosto 1519 con il consenso di papa Leone X, si celebrarono le nozze tra il ricchissimo banchiere Agostino Chigi e la cortigiana Francesca Ordeaschi. L’ambiente noto con il nome di Sala delle Prospettive deve la sua incredibile decorazione a Baldassare Peruzzi che fu anche…

Share

Raffaello a Roma: Il Trionfo di Galatea

Nonostante gli innumerevoli impegni, Raffaello non seppe dire di no al banchiere-mecenate Agostino Chigi. Questi nel 1512 gli chiese di affrescare la sua villa delle delizie, nota oggi come Villa Farnesina alla Lungara. La villa era stata realizzata su progetto di Baldassare Peruzzi in pochi anni e necessitava di decorazioni per essere utilizzata e “celebrata”…

Share

Velazquez e Papa Innocenzo X

Tra il 1649 ed il 1651, durante il suo secondo soggiorno in Italia, Diego Velazquez protagonista del Naturalismo Europeo, realizza il ritratto di Papa Innocenzo X Pamphilj che è conservato presso la Galleria omonima di Roma. Numerose sono le leggende che circondano l’esecuzione dell’opera: il pittore pare fosse sconosciuto agli occhi del Papa, anche se…

Share