In questa Sala, al primo piano di Villa Farnesina, il 28 Agosto 1519 con il consenso di papa Leone X, si celebrarono le nozze tra il ricchissimo banchiere Agostino Chigi e la cortigiana Francesca Ordeaschi.

L’ambiente noto con il nome di Sala delle Prospettive deve la sua incredibile decorazione a Baldassare Peruzzi che fu anche l’architetto della Villa.

Tra le maestose colonne, illusionisticamente dipinte, scorgiamo sulle pareti panorami urbani e campestri. Il pavimento in marmo sembra continuare all’interno degli scenari dipinti, dilatando ancor di più lo spazio.

Peruzzi ci regala una fotografia di Roma dei primi anni del ‘500.

Si scorgono la Basilica di Santo Spirito, la Porta Settimiana, diversi acquedotti, un anfiteatro ed un’inondazione del Tevere. Il disegno decorativo si conclude con la grande rappresentazione della Fucina di Vulcano sul camino.

Sotto il soffitto a cassettoni, ideato dallo stesso Peruzzi, corre un lunghissimo fregio interrotto da abbaini con “Muse”; corre in alto con scene mitologiche: dalla toletta di Venere ad Apollo che intreccia una corona nunziale a Deucalione e Pirra. Sopra le finestre sono ritratte diverse divinità: Giove, Saturno, Nettuno e Marte.

Grazie ai recenti restauri sono apparse delle importantissime scritte lasciate in loco dai Lanzichenecchi durante il Sacco; in una si legge l’anno 1528 e le parole: “perché io scrittore non dovrei ridere – i Lanzichenecchi hanno fatto correre il Papa”.

 

Vuoi scoprire le altre Sale di Villa Farnesina?

Raffaello ed il Trionfo di Galatea

La Loggia di Amore e Psiche

 

 

InfoSite: Villa Farnesina

Sostieni #laculturachevince, aiuta la condivisione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share