La statua della Libertà: icona di New York!

La storia della Statua della Libertà inizia in Francia nel 1865 quando lo scultore Fredic Auguste Bartholdi ed il senatore repubblicano Edouard De Laboulaye progettarono di realizzare un “regalo speciale” per gli Stati Uniti per celebrare l’amicizia tra le due nazioni e per commemorare l’indipendenza della nazione dal dominio inglese.

Era questo l’embrione della futura Statua della Libertà o meglio della “Libertà che illumina il mondo”,  tale era il suo nome originale.

I lavori furono eseguiti tutti in Francia ed al progetto prese parte anche Gustave Eiffel, padre dell’omonima torre, che realizzò lo scheletro metallico. La statua fu poi trasportata via mare, stipata in 214 casse ed assemblata in loco. La prima pietra in terra americana fu posta su Bedloe’s Island a New York il 5 Agosto 1884 ed inaugurata il 28 ottobre 1886. Nel 1924 la Statua della Libertà divenne monumento nazionale.

Il volto della Statua della Libertà è ispirato a quello della madre dello scultore Bartholdi, Charlotte; l’iconografia richiama la dea romana della Libertas a cui è stata aggiunta in mano una tavola con incisa la data dell’Indipendenza Americana (4 Luglio 1776) in numeri romani che rappresentano la Legge. I piedi, non visibili ai visitatori, calpestano una catena simbolo dell’oppressione; la corona a 7 punte simboleggia i 7 continenti o i 7 mari.

L’altezza è di 93  i metri e comprende  il piedistallo.. Nella sua imponenza è forte il richiamo ai Colossi dell’antichità, da quello di Rodi sino al Colosso di Nerone!

 

Forse non tutti sanno che…. Il colore originale della Statua era marrone… il verde è dovuto alla salsedine che ha ossidato il rame.

 

Info Site: Tickets

 

Sostieni #laculturachevince, aiuta la condivisione.

 

Tutti i diritti sono riservati. E’ vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di Selenia Morgillo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.