Nel giugno del 1621 Scipione Borghese iniziò a pagare il ventitreenne Gian Lorenzo Bernini per il gruppo monumentale del Ratto di Proserpina. Inizialmente ospitato a Villa Borghese, fu successivamente trasferito a Villa Ludovisi. Solo nel 1908, acquistato dallo Stato Italiano, fu nuovamente riportato nel sito originario. L’attuale collocazione, all’interno di una grande sala della Galleria…

Share