Sul finire del 1605 la Confraternita dei Palafrenieri contattò Caravaggio e gli commissionò una tela da porre all’interno della loro cappella dedicata a Sant’ Anna, in San Pietro. Il dipinto fu pagato solo 70 scudi, cifra irrisoria rispetto alle altre commissioni del periodo romano. Perché Caravaggio accettò? Forse l’artista bergamasco attraversava un periodo non florido…

Share