L’incanto dell’altorilievo: Il Sarcofago di Portonaccio

In un ambiente appositamente allestito, con una perfetta illuminazione, percorrendo la collezione scultorea, posta al primo piano di Palazzo Massimo, si incontra il cosiddetto Sarcofago di Portonaccio. Le insegne militari rappresentate sul bordo superiore della cassa, identificabili con l’Aquila della Legio III e il cinghiale della Legio I Italica, consentono di identificare il defunto con…

Il Pugile

“Sono stato presente nella mia lunga carriera a molte scoperte e ho inaspettatamente incontrato reali capolavori. Ma non ho mai provato un’impressione simile a quella creata dalla vista di questo magnifico esemplare di un atleta semi-barbaro, uscente lentamente dal terreno come si svegliasse da un lungo sonno dopo i suoi valorosi combattimenti“, queste le parole…

La verità nascosta: la statua equestre di Marco Aurelio

La statua equestre di Marco Aurelio è giunta fino a noi, perchè secondo la tradizione venne identificata con l’immagine di Costantino, primo imperatore cristiano ed è così, infatti, che viene ricordata nelle fonti: Caballus Constantini. E’ una rarità avere una statua bronzea, se consideriamo i profitti che derivavano dalla vendita dei metalli nell’antichità. I Cataloghi…

Francesco I e l’Italia a Fontainebleau

Affascinato dal Rinascimento italiano, Francesco I re di Francia dal 1515 al 1547, ricorse ad alcuni artisti italiani per il rifacimento e la decorazione del Castello di Fontainebleau. La residenza di caccia di Fontainebleau utilizzata sin dal XII secolo dai re di Francia, è dal 1981 Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Francesco I, dopo un iniziale periodo…

Giverny: un giorno con Monet!

“Il mio più bel capolavoro è il mio giardino“, così ripeteva Monet ai suoi visitatori. Nel 1883 Monet si trasferisce a Giverny, circa 90km da Parigi. Qui troverà il suo luogo ideale per alimentare la sua fantasia d’artista. Vi rimarrà fino al 1926, anno della sua morte. “Scopro ogni giorno motivi sempre più belli. C’è…

Teatro-Museo Dalì di Figueres

Voglio che il mio museo sia come un blocco unico, un labirinto, un grande oggetto surrealista. Sarà un museo assolutamente teatrale. La gente che lo visiterà se ne andrà con la sensazione di aver fatto un sogno teatrale. Le parole di Salvador Dalì sono la trasposizione perfetta di ciò che si percepisce dopo aver visitato…

Anfiteatro Flavio

Gli antichi lo conobbero come anfiteatro Flavio, cesareo nel senso di imperiale o semplicemente come Anfiteatro Nuovo. Nell’VIII secolo d.C., il monaco Beda, fu il primo a chiamarlo Colosseo. Quanto a lungo starà il Colosseo, starà anche Roma. Quando il Colosseo crollerà, crollerà anche Roma. Quando Roma crollerà, crollerà anche il mondo. Il nome deriverebbe,…

Ippolito II d’Este e la sua Villa

Villa D’Este è il capolavoro del giardino “all’italiana” ideato da Pirro Ligorio per il cardinale Ippolito II d’Este, figlio di Alfonso I e Lucrezia Borgia. La Villa è un omaggio di Papa Giulio III, che volle in questo modo ringraziare il cardinale Ippolito II per il contributo fondamentale che quest’ultimo pose per la sua elezione…

Palazzo Massimo -Museo Nazionale Romano

Il Museo Nazionale Romano ospita una delle collezioni archeologiche più importanti al mondo. Venne inaugurato nel 1889, con reperti rinvenuti dopo il 1870, e da allora è stato accresciuto con le antichità del Museo Kircheriano e della collezione Ludovisi. Il Museo è articolato in tre sedi espositive, di cui quella di Palazzo Massimo costituisce il…