Mese: luglio 2018

Caravaggio in veste di Bacco malato

Lo storico dell’arte Tomaso Montanari ha affermato che nell’anno 1593  Caravaggio, da poco giunto a Roma, si autoritrae in quello che è considerato il più antico dei suoi autoritratti.. Il dipinto è comunemente identificato come un “Bacco Malato” anche se spesso negli inventari lo si ritrova con la semplice definizione di “un giovanetto con la…

Share

Il ninfeo di Livia

Livia Drusilia, terza moglie dell’Imperatore Ottaviano Augusto, aveva a sua disposizione, presso la Villa familiare di Prima Porta (Villa d’otium) una camera sotterranea di cui ancora non si conosce perfettamente la destinazione d’uso. Generalmente la si vuole identificare come un “ninfeo ipogeo”, tipico delle Ville romane ed utilizzato per difendersi dalla calura nei mesi estivi….

Share

Il Ratto di Proserpina, Bernini ed il marmo come “carne”!

Nel giugno del 1621 Scipione Borghese iniziò a pagare il ventitreenne Gian Lorenzo Bernini per il gruppo monumentale del Ratto di Proserpina. Inizialmente ospitato a Villa Borghese, fu successivamente trasferito a Villa Ludovisi. Solo nel 1908, acquistato dallo Stato Italiano, fu nuovamente riportato nel sito originario. L’attuale collocazione, all’interno di una grande sala della Galleria…

Share